Covid circolava a Milano e Torino da dicembre, secondo uno studio sulle acque reflue

I campioni prelevati in depuratori nei centri urbani dell’Italia settentrionale mostrano che il coronavirus circolava già tra la popolazione, conclude il rapporto che “fornisce informazioni coerenti con altri risultati ottenuti dall’analisi in altri paesi”.

Nel dettaglio, cita una relazione sui pazienti ospedalizzati in Francia, che ha identificato la SARS-CoV-2 positiva alla fine di dicembre 2019 e uno studio spagnolo in cui sono state trovate tracce dell’agente patogeno anche nei campioni di acque reflue raccolte a metà gennaio a Barcellona, circa 40 giorni prima della notifica del primo caso indigeno.

Lo studio dell’ISS ha esaminato 40 campioni di acque reflue raccolti tra ottobre 2019 e febbraio 2020 e 24 campioni di controllo tra settembre 2018 e giugno 2019, consentendo l’esclusione sicura del virus prima di dicembre.

I risultati, confermati in due diversi laboratori con due diversi metodi, hanno evidenziato la presenza di SARS-Cov-2 in campioni prelevati a Milano e Torino il 18 dicembre 2019 e a Bologna il 29 gennaio 2020.

Il numero totale di persone uccise in Italia dal coronavirus è arrivato giovedì a 34.514, mentre le persone che lo hanno contratto dal primo caso ufficiale il 21 febbraio scorso ammontano a 238.159.
Efe