Stefanelli: Dobbiamo impedire che il regime di Maduro continui a saccheggiare carburante

Durante la sessione digitale regolare, Stefanelli ha chiesto ai parlamentari di approvare il progetto di accordo per impedire l’estrazione di carburanti venezuelani per Cuba.

Il parlamentare ha riferito che alla raffineria di El Palito a Puerto Cabello, la nave Petion è arrivata ed è stata caricata con olio combustibile, e poi portata a Cuba. “Sappiamo benissimo che nessuno di questi prodotti porta a una remunerazione proporzionale allo sforzo del Venezuela. Il paese ha abbastanza olio combustibile, quindi dovrebbe essere scambiato con la benzina.”

Ha anche riferito che la raffineria di El Palito è arrivata anche la nave Carlota C, che è stata ribattezzata Maria Cristina, in cui sono state fatte diverse spedizioni di diesel e un carburante a getto quest’anno, e che è anche al servizio esclusivo di Cuba.

“Questa nave deve essere seguita perché è una nave al servizio del regime cubano. Accolgo con favore, se può essere confermato, che la FANB abbia finalmente capito la gravità della questione, il che significa inviare, in un momento come questo, una nave carica di benzina verso l’isola di Cuba”.

Il membro della volontà popolare ha spiegato che l’accordo cerca di fornirgli gli strumenti necessari per consentire alla comunità internazionale di sostenere e prevenire il continuo saccheggio delle risorse venezuelane. Np