“The SpongeBob Movie: Sponge on the Run” non debutta nelle sale

Il progetto doveva essere lanciato il 22 maggio, ma è stato rinviato al 7 agosto durante la pandemia,
anche se infine il suo arrivo al pubblico sarà digitale, prima per acquisto diretto e nel 2021 attraverso la piattaforma CBS All Access.

“Questa versione si sincronizzerà perfettamente con il rebranding pianificato del servizio all’inizio del 2021. Accoglieremo SpongeBob e la banda Bikini Bottom nel miglior modo possibile”, ha dichiarato il presidente di ViacomCBS Digital Marc DeBevoise.

Da quella data in su, saranno disponibili anche tutte le stagioni precedenti della serie “SpongeBob Squarepants”.

Questo film d’animazione non è l’unico film progettato per un pubblico prevalentemente infantile che salta la sua uscita nelle sale durante il contesto della pandemia dopo il successo di “Trolls World Tour”, che ha incassato più di 100 milioni di dollari in aprile.

Ad esempio, Warner Bros. hanno rilasciato direttamente online il film d’animazione “Scoob!” basato sulle avventure del famoso cane “Scooby-Doo” e la banda di ricercatori, che da questa settimana sarà parte di HBO Max.

I titoli pubblicati online durante la pandemia hanno un prezzo medio di 20 dollari, l’equivalente di poco più di due biglietti per il cinema degli Stati Uniti.

Ma le grandi saghe volte a far saltare in aria il botteghino sono state più caute, e le nuove proposte di James Bond, “Fast and Furious”, Marvel (come “Black Widow”) o DC (“Wonder Woman 1984”, per esempio) hanno ritardato le loro prime nella speranza che, prima o poi, possano essere viste sul grande schermo e con le stanze già in esecuzione ad un buon livello. Efe